anteprima_trend

L’ANIMALIER

 

L’ANIMALIER: QUALCOSA CHE NON SI AFFIEVOLISCE MAI!

 
Sorpresa, sorpresa! Anche quest’anno grande protagonista del guardaroba invernale è l’animalier! Se quindi avevate paura che gli acquisti a tema leopardato che avevate fatto le scorse stagioni sarebbero rimasti chiusi nell’ armadio, beh non temete: anche per questo Inverno potrete tranquillamente sfoggiarli.
 
Si dice ormai che questa stampa sia entrata a far parte di quelli che non sono più considerati “trends” passeggeri, ma che invece rientri nella categoria evergreen che non si affievolisce mai e che in un modo o nell’altro farà sempre la sua apparizione stagionale. Quello che costituisce la novità però è il modo in cui viene abbinata ad altre nuance e colori. Infatti, qualche anno fa, quando il maculato/leopardato era qualcosa già di per se trasgressivo o comunque diverso dal solito, si tendeva ad accostarlo a colori sobri e neutri, come per esempio le tonalità crema oppure con il nero o il grigio scuro.

 
Quello che invece quest’anno rivoluziona un po’ la situazione è che viene permesso di accostare le stampe animalier a colori brillanti, forti e sgargianti, come il fucsia, il rosso, l’arancione, il blue elettrico, ecc.; è anche pensabile l’accostamento della stampa leopardata ad altri tipi di fantasie, come può essere il tartan, il pie de poule, o addirittura motivi floreali e colorati.
 
Insomma: chi più ne ha, più ne metta!Non siate timide nell’accostare il leopardato a ciò che più vi sembra possa risaltarlo: la tendenza di quest’anno è di osare!

Per non sbagliare, comunque, e farvi sentire più sicure nell’inventare nuovi accostamenti, qui di seguito i soliti suggerimenti settimanali di Fracomina che vi aiuteranno ad apparire chic, trendy e con carattere!

 
 

Speriamo di esservi stati di buona compagnia nel vostro shopping anche questa settimana e vi diamo appuntamento al prossimo venerdì con nuovi consigli trendy e glamour!

 

                                   
www.fracomina.it

Posted in Fracomina Life, Ispiration.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *